Salute

Infiammazione degli organi pelvici

Pin
Send
Share
Send

Le malattie infiammatorie degli organi pelvici includono salpingite - infiammazione delle tube di Falloppio, solitamente causata da infezione.

Le tube di Falloppio si estendono come le mani dal fondo dell'utero a ciascuna ovaia.

L'infiammazione delle tube di Falloppio si verifica principalmente nelle donne sessualmente attive. Le donne che usano dispositivi intrauterini (IUD) hanno anche un aumentato rischio di sviluppare salpingite. L'infiammazione è solitamente causata da un'infezione batterica che penetra nella vagina nell'utero e nelle tube di Falloppio. Queste infezioni vengono raramente rilevate prima della prima mestruazione (menarca), dopo la menopausa o durante la gravidanza. Di solito sono trasmessi sessualmente. Meno comunemente, i batteri entrano nelle tube di Falloppio durante il parto, l'aborto spontaneo o medico.

Cause più rare del processo infiammatorio comprendono l'actinomicosi (infezione batterica), la schistosomiasi (invasione parassitaria) e la tubercolosi. Alcune procedure mediche, come l'introduzione di un mezzo di contrasto nell'utero e nelle tube di Falloppio durante gli esami radiografici, aumentano il rischio di infezione.

Sebbene le manifestazioni cliniche di una lesione infettiva possano essere più pronunciate su un lato del corpo, entrambe le tube di Falloppio sono generalmente infette contemporaneamente. L'agente eziologico dell'infezione (o dell'invasione) può diffondersi attraverso di essi nella cavità addominale, causando la peritonite. Le ovaie sono più resistenti alle infezioni e sono raramente colpite in isolamento.

sintomi

Segni di infiammazione infettiva compaiono di solito poco dopo le mestruazioni. Il dolore nell'addome inferiore diventa sempre più grave e può essere accompagnato da nausea o vomito. Inizialmente, molte donne notano solo un leggero aumento della temperatura corporea, dolore addominale lieve o moderato, sanguinamento irregolare e scarse perdite vaginali, il che rende difficile la diagnosi. Più tardi, compaiono i sintomi tipici: un significativo aumento della temperatura corporea, un aumento della quantità di secrezione vaginale purulenta (l'infezione da clamidia può non essere accompagnata da una scarica).

Spesso i processi infettivi portano ad aderenze e ostruzioni delle tube di Falloppio. La tuba di Falloppio aumenta di volume e accumula fluido in essa.Possono svilupparsi dolore cronico, sanguinamento mestruale irregolare e infertilità. La diffusione del patogeno agli organi e ai tessuti circostanti porta alla formazione di cicatrici e alla formazione di filamenti patologici del tessuto connettivo (aderenze) tra gli organi addominali, che causa la sindrome da dolore cronico.

Nelle tube di Falloppio, le ovaie e la cavità pelvica possono sviluppare ascessi (accumuli di pus). Se l'uso di antibiotici è inefficace, allora è necessario un intervento chirurgico (aprendo un ascesso, rimuovendo il pus). Quando un ascesso si rompe, il pus entra nella cavità addominale, i sintomi aumentano rapidamente - si verificano gravi dolori all'addome inferiore, nausea, vomito e una brusca diminuzione della pressione sanguigna (shock settico batterico). Se l'infezione entra nel flusso sanguigno e si diffonde attraverso il flusso sanguigno, si verifica una condizione chiamata sepsi, che può essere fatale. Quando la rottura di un ascesso richiede un'operazione di emergenza.

Diagnosi e trattamento

I sintomi tipici aiutano un medico a diagnosticare malattie infiammatorie. Pertanto, una donna avverte forti dolori quando un medico preme sulla cervice o nelle aree circostanti durante un esame pelvico e la palpazione della parete addominale.Il numero di leucociti nel sangue è solitamente aumentato. Molto spesso, gli strisci per le infezioni vengono prelevati dal canale cervicale, a volte dal retto e dalla faringe; vengono poi coltivati ​​ed esaminati al microscopio per identificare l'agente patogeno. Per scopi diagnostici, un medico può eseguire una puntura della cavità rettale-uterina - una procedura in cui un ago viene inserito attraverso la parete della vagina nella cavità pelvica per ricevere il contenuto (pus). Il medico può anche esaminare la cavità addominale utilizzando un sistema a fibre ottiche (laparoscopio).

Gli antibiotici vengono solitamente prescritti immediatamente dopo lo striscio per la semina. Nei casi lievi e non complicati, il trattamento viene eseguito su base ambulatoriale. Se la terapia utilizzata è inefficace per 48 ore, il paziente deve essere ricoverato in ospedale. La terapia intensiva intraospedaliera viene somministrata con la somministrazione endovenosa di due o più antibiotici al fine di eliminare l'infezione il più rapidamente possibile ed efficacemente. Più lungo e difficile è il processo infiammatorio, maggiore è la probabilità e la frequenza di varie complicanze, specialmente l'infertilità.

Pin
Send
Share
Send

Guarda il video: Malattia infiammatoria pelvica (Aprile 2020).