Malattia

Ascesso batterico del fegato: cause, segni, tattiche terapeutiche

Pin
Send
Share
Send

L'ascesso batterico del fegato è una malattia chirurgica in cui nel tessuto epatico si forma una cavità limitata con essudato purulento. Tali processi in questo organo sono estremamente difficili da diagnosticare usando i soliti metodi diagnostici (esame del paziente, ultrasuoni, radiografia, test), ma grazie all'introduzione di tecniche di MRI o MSCT in medicina, la rilevazione di tali capsule purulente è diventata semplice e rapida.

In questo articolo è possibile ottenere informazioni sulle cause, segni, metodi di diagnosi, trattamento e proiezioni di ascesso batterico del fegato. Questa conoscenza aiuterà a formare un'idea su questa malattia e potrai rivolgerti al medico per qualsiasi domanda tu possa avere.

Segni di

Quando un ascesso batterico appare nel fegato, il paziente di solito sviluppa il primo segno di questa formazione, come il rinforzo del dolore esistente o nuovo nell'ipocondrio destro. Le sensazioni derivanti nella localizzazione subfrenico della formazione purulenta o la sua sfondamento possono essere date alla scapola destra o alla spalla e accompagnate da tosse. Il paziente di solito lamenta un aumento del dolore durante il tentativo di sdraiarsi sul lato sinistro.Inoltre, insieme alla sindrome del dolore in un paziente, specialmente con ascessi multipli, la temperatura corporea sale a valori subfebrillari o febbrili.

Il dolore può essere espresso in vari gradi, da quelli minori a quelli forti. Tale variabilità può dipendere da:

  • posizione di ascesso;
  • la sua dimensione;
  • caratteristiche individuali del paziente.

I pazienti descrivono il dolore come noioso, doloroso e persistente. Quando il medico tenta di sondare il fegato, le sensazioni dolorose aumentano e il loro aumento significativo si nota quando si preme sulla proiezione dell'ascesso.

Oltre al dolore e alla febbre, il paziente può sperimentare vari segni di indigestione:

  • nausea;
  • perdita di appetito;
  • gonfiore;
  • diarrea.

Quando la temperatura supera i 38 ° C, il paziente avverte brividi, le sue gambe diventano fredde e su di esse appare la "pelle d'oca". I segni di intossicazione diventano più pronunciati e si manifestano come versando sudore e accelerazione dell'impulso.

In alcuni casi, l'unica lamentela di un paziente con un ascesso batterico del fegato è la perdita di peso.Questa mancanza di sintomi porta a difficoltà nella diagnosi.

Nelle fasi successive dello sviluppo di un ascesso (cioè, durante il suo decorso cronico), il paziente ha un aspetto giallo della pelle e delle mucose. Se la localizzazione di una formazione purulenta porta al pizzicamento dei vasi sanguigni, aumenta il volume dell'addome del paziente e si sviluppa l'ascite.

Possibili complicazioni

L'ascesso batterico può portare a conseguenze così gravi:

  • sfondamento di una cavità purulenta nella cavità addominale, pleurica, pericardica o organi adiacenti del sistema digestivo con lo sviluppo di stati corrispondenti (pleurite purulenta, peritonite, pericardite, ecc.);
  • sanguinamento di rottura da vasi rotti;
  • formazione di ascesso subfrenico;
  • la comparsa di ascessi nel cervello, polmoni, reni e altri organi e tessuti;
  • sepsi.

trattamento

La tattica di trattamento di ascessi batterici epatici è determinata da vari fattori:

  • numero di formazioni;
  • la loro posizione;
  • salute generale del paziente.

Il ricovero in un reparto di gastroenterologia o chirurgia addominale è indicato per tutti i pazienti.

Quando vengono rilevati uno o più piccoli ascessi, il medico prescrive una terapia conservativa, che consiste nell'assunzione di antibiotici. Se l'analisi dell'essudato non permetteva di identificare l'agente causale della suppurazione e la sua sensibilità ai farmaci, allora si consiglia al paziente di prendere:

  • ciclosporine di terza generazione;
  • aminoglicosidi;
  • macrolidi.

Se possibile, la terapia conservativa è completata dall'introduzione di un sistema di drenaggio. Questa manipolazione viene eseguita in anestesia locale o generale e ulteriori drenaggi possono essere utilizzati per somministrare soluzioni di antisettici e antibiotici.

Se un ascesso batterico non può essere curato in modo conservativo, il paziente sta subendo un'operazione chirurgica finalizzata al suo drenaggio.

  • Se possibile, vengono eseguiti interventi endoscopici minimamente invasivi, che vengono effettuati sotto il controllo di un tomografo computerizzato o di uno scanner a ultrasuoni.
  • Con una complessa localizzazione del sito di suppurazione, il chirurgo è costretto a decidere sulla necessità di una classica operazione laparotomica, che prevede l'apertura di un ascesso.

Se un ascesso è insorto a causa della diffusione colangiogenica dell'infezione (cioè attraverso il tratto biliare), allora vengono drenati.

Dieta e riabilitazione

Tutti i pazienti con ascesso del fegato sono assegnati a seguire la dieta No5, che implica mangiare 5-6 volte al giorno.

  • Dopo aver completato il trattamento principale della formazione purulenta, il paziente viene raccomandato terapia riabilitativa e il trattamento della malattia di base, che ha causato l'infezione per entrare nel tessuto epatico, è completato.
  • Dopo la dimissione dall'ospedale, il paziente riceve raccomandazioni dal proprio medico curante e deve essere osservato da un gastroenterologo e da un chirurgo.

prospettiva

Se il trattamento conservativo è inefficace, o più di un ascesso è localizzato nel fegato del paziente, è necessario un intervento chirurgico.

La prognosi dell'ascesso batterico del fegato può essere sfavorevole a causa della difficile diagnosi di questa patologia, che è in grado di "mascherare" per lungo tempo la causa principale della malattia.

Con il rilevamento tempestivo di un singolo ascesso e un trattamento adeguato, circa il 90% dei pazienti guarisce, ma se vengono rilevati più ascessi batterici, la malattia può essere fatale.


Quale dottore contattare

Se avverti dolore nel giusto ipocondrio e un aumento della temperatura che si verifica sullo sfondo di patologie croniche del fegato, della regione biliare e degli organi dell'apparato digerente, dovresti contattare un epatologo, un gastroenterologo o un chirurgo. Per chiarire la diagnosi, il medico prescriverà un numero di test strumentali (ultrasuoni, raggi X, RM e MSCT) e di laboratorio.

L'ascesso batterico del fegato è una patologia pericolosa che richiede diagnosi precoce e trattamento. In assenza di tali misure e ulcere multiple, il paziente può essere fatale. Per il trattamento degli ascessi epatici, al paziente viene prescritta una dieta e una terapia antibiotica che, se necessario, sono integrate dall'esecuzione della chirurgia e dalla successiva riabilitazione del paziente.

Pin
Send
Share
Send

Guarda il video: "Divorato da un ameba". Paura in un italiano in vacanza: come agisce il virus. LE NOTIZ (Aprile 2020).